Modifica impostazioni

Lingua
Valuta
IT | € Cambia
0
Tutti i post

26 suggerimenti intelligenti da tenere a mente prima di un viaggio in India

L’India può essere una meta di viaggio difficile. Segui questi suggerimenti per non farti cogliere impreparato.

L’India sa essere travolgente, caotica e confusionaria. Ti ci vorrà un po’ di tempo per abituarti all’energia frenetica di questo posto caleidoscopico e imparare come vivere e… sopravvivere! Tuttavia, anche se l’India non è uno dei luoghi più semplici da visitare, c’è da dire che sa regalare un’esperienza di vita unica. Offre paesaggi davvero notevoli, diversi da qualsiasi altro posto nel mondo, oltre a vantare un’ottima tradizione culinaria, una natura strabiliante, una popolazione calorosa e cordiale e una ricca eredità culturale tutta da esplorare.

Quindi, per aiutarti ad ottenere la migliore esperienza di viaggio possibile, abbiamo preparato una lista di consigli da conoscere assolutamente prima di partire.

Viaggio in India: istruzioni d’uso
  1. Non cercare di coprire un’area troppo vasta
  2. Preparati ad uno shock culturale
  3. Porta con te le pillole per combattere la ‘Diarrea del Viaggiatore’
  4. Non visitare soltanto le grandi città
  5. Copriti e vestiti in modo adeguato
  6. Togliti le scarpe prima di entrare in un tempio
  7. Procurati una SIM Card
  8. Attenzione alle truffe religiose
  9. Non aver paura delle farmacie locali
  10. Impara a capire il modo in cui gli indiani scuotono la testa
  11. Impara a contrattare
  12. Attenzione ai borseggiatori
  13. Impara a capire che il concetto spazio personale è inteso diversamente
  14. Porta con te un igienizzante per le mani e della carta igienica
  15. Considera l’idea di diventare vegetariano durante il viaggio
  16. Attenzione alle truffe più comuni
  17. Non farti ingannare da finte biglietterie
  18. Non sperare nella puntualità
  19. Per le coppie: evitare le manifestazioni d’affetto in pubblico
  20. Impara a mangiare con le mani
  21. Controlla bene l’acqua in bottiglia prima di acquistarla
  22. Controlla attentamente il resto
  23. Non dimenticare l’assicurazione di viaggio
  24. Tieni gli occhi ben aperti quando cambi i soldi
  25. Stai attento quando cammini sui marciapiedi
  26. Vai!

 

Viaggio in India: istruzioni per l’uso

1. Non cercare di coprire un’area troppo vasta

Uno dei consigli più importanti che mi sento di darti è di includere nel tuo itinerario soltanto poche tappe e cercare di trascorrere più tempo in ognuna di esse, evitando di cercare di coprire un’area troppo vasta.

A volte il semplice fatto di camminare in una città caotica può essere un vero e proprio assalto ai sensi, quindi bisogna calcolare per bene il tempo necessario al riposo e alla ripresa fisica durante il viaggio. Se cerchi di fare troppe cose in troppo poco tempo, potresti risentire di stress ed eccessivo affaticamento.

Al contrario, prenditi tutto il tempo per esplorare meno luoghi ma in maniera più approfondita, vedrai che il viaggio sarà molto più piacevole. In più avrai maggiori opportunità di connessione con gli abitanti del posto e vivrai esperienze davvero uniche.

2. Preparati ad uno shock culturale

Quando si arriva in India per la prima volta, lo shock culturale è garantito. Non cercare di opporti, piuttosto preparati ad accettare che le cose non saranno mai uguali a quelle a cui sei abituato. Prova ad aprire la mente e a lasciare le aspettative a casa.

3. Porta con te le pillole per combattere la ‘Diarrea del Viaggiatore’

Purtroppo il temutissimo “mal di pancia di Delhi” è una delle esperienze più comuni alle quali è soggetto chi si reca in India. Non importa quanto starai attento, il corpo non sarà abituato alla varietà di batteri presenti nell’acqua e nel cibo. Perciò è fondamentale portare con sé le pillole per contrastare la Diarrea del Viaggiatore, ancor prima di averne bisogno.

Se aspetti il momento in cui ti sentirai già troppo male, non vorrai trovarti troppo lontano da una toilette e alla ricerca dell’indirizzo della farmacia. Un buon farmaco da adoperare è Loperamide, che rallenta i movimenti dell’intestino contribuendo quindi a ridurre i sintomi. Se i problemi di stomaco persistono per più di 3 o 4 giorni, contatta un dottore per la prescrizione di un antibiotico.

4. Non visitare soltanto le grandi città

Se è vero che visitare metropoli come Delhi e Mumbai può essere davvero sorprendente, è altrettanto vero che vale la pena allontanarsi dalle città e visitare i villaggi più piccoli: ritmi più lenti, aria più pulita e percezione totalmente diversa della cultura indiana.

5. Copriti e vestiti in modo adeguato

Anche se le temperature potrebbero essere molto elevate, non è accettabile andare in giro in minigonna o con un micro top. Si tratta pur sempre di un luogo conservatore e attirerai attenzioni indesiderate vestendoti in quel modo. Inoltre, nel caso in cui si visiti un sito religioso come ad esempio un tempio, è irrispettoso vestirsi in maniera poco consona. Porta sempre con te pantaloni lunghi ma leggeri, un coprispalle e uno scialle o un sarong per coprire il décolleté.

6. Togliti le scarpe prima di entrare in un tempio

Molti tempi richiedono di togliersi le scarpe prima di entrare, quindi si consiglia di indossare scarpe semplici da togliere, come una pio di sandali. Se hai paura che qualcuno te le rubi, puoi metterle nello zaino o dare qualche rupia di mancia ad un addetto del tempio per tenerle sotto controllo.

7. Procurati una SIM Card

Utilizzare il tuo telefono durante il viaggio in India renderà le cose molto più facili. Potrai cercare le indicazioni su Google Maps, leggere le recensioni su TripAdvisor prima di andare in un ristorante, consultare i siti di viaggi per suggerimenti utili e avvertimenti sulle possibili truffe. Acquistare una SIM Card (con piano dati incluso) al tuo arrivo dovrà essere una delle tue priorità assolute.

A volte è difficile procurarsi una SIM locale, quindi potresti acquistare una SIM internazionale. Questa tipologia è utilizzabile in molti Paesi, quindi conviene adottarla se stai pensando di viaggiare anche in altri posti oltre all’India.

8. Attenzione alle truffe religiose

In molti tempi e moschee ti chiederanno insistentemente di fare una donazione o acquistare un oggetto consacrato. Ad esempio, un uomo potrebbe applicarti un puntino rosso sulla fronte o legarti un nastro sul polso e poi chiederti dei soldi.

Molti visitatori si sentono in dovere di farlo per non essere irrispettosi nei confronti della religione del posto, ma non è un obbligo. Se ti sembra che il prezzo sia troppo alto, forse si tratta soltanto di un modo per spillare soldi ai turisti piuttosto che una vera offerta spirituale.

9. Non aver paura delle farmacie locali

Alcuni viaggiatori, se si ammalano in viaggio, preferiscono continuare a sentirsi male piuttosto che recarsi in una farmacia del posto. Ciò significherà soltanto che la malattia peggiorerà senza motivo, perché non c’è nulla di cui aver paura.

Andando in farmacia in India scoprirai che i prezzi sono vantaggiosi e il personale è amichevole. Potrai acquistare antibiotici o altre pillole (in molti casi anche senza prescrizione medica) e se avrai bisogno di un dottore sarà spesso competente e conveniente da un punto di vista economico.

10. Impara a capire il modo in cui gli indiani scuotono la testa

In India noterà sicuramente che gli abitanti hanno uno strano modo di scuotere la testa per rispondere ad una domanda. Non assomiglia né a quando si muove dall’alto verso il basso per intendere “sì” né a quando si muove da sinistra verso destra per intendere “no”: è un gesto a sé, che non esiste in Occidente e può essere perciò facilmente frainteso. Il modo di annuire degli indiani può avere molti significati in base al contesto.

Guarda questo divertente video che spiega cosa vuol dire davvero il modo in cui gli indiani scuotono la testa, così capirai cosa stanno cercando di comunicarti.

11. Impara a contrattare

Contrattare fa parte dell’acquisto di qualsiasi cosa in India, ma può sembrare strano e intimidatorio se provieni da una cultura in cui contrattare non è una regola. L’importante è ricordare che non si tratta di una lotta, ma di una negoziazione amichevole.

Probabilmente il venditore proporrà un prezzo alto aspettandosi una controproposta più bassa da parte tua. Poi sta a te cercare di contrattare per raggiungere un prezzo vantaggioso per entrambi. Il prezzo è sempre negoziabile e se non contratti finirai per spendere cifre altissime per qualsiasi cosa che compri. Inoltre, tra i venditori si spargerà la voce che sei un bersaglio facile e tutti proveranno a farti pagare di più.

Segui questo suggerimento: se il venditore non abbassa il prezzo, ringrazialo e inizia ad allontanarti. Sarà lui a cambiare idea e a far sì che torni presso la sua bancarella. Ovviamente devi anche accettare il fatto che gli stranieri pagheranno sempre prezzi più alti, quindi non prendertela troppo.

12. Attenzione ai borseggiatori

Ogni volta che ti trovi in un luogo pubblico affollato fai in modo che i tuoi averi siano al sicuro. Non mettere portafogli, passaporto o telefono nella tasca posteriore, ma lasciali sempre in quella anteriore o in un borsellino con la zip. Non indossare troppi gioielli o accessori, opta per l’essenziale e porta con te soltanto le cose davvero necessarie.

13. Impara a capire che il concetto di spazio personale è inteso diversamente

In un Paese con 1.25 miliardi di persone lo spazio personale non è garantito. Mentre usi mezzi pubblici o cammini per strada potresti ritrovarti strizzato in una folla di gente. All’inizio è stranissimo, ma stai tranquillo: fai un bel respiro e via.

14. Porta con te un igienizzante per le mani e della carta igienica

È un’ottima idea portarli sempre con te, perché sarà raro trovarli nei bagni pubblici.

15. Considera l’idea di diventare vegetariano durante il viaggio

La maggior parte degli indiani è vegetariana e la disponibilità di cibi vegetariani in India è varia, salutare, fresca e gustosa. Molti turisti scelgono di mangiare soltanto frutta e verdura durante il viaggio per ridurre il rischio di star male a causa della carne cotta in modo non appropriato.

16. Attenzione alle truffe più comuni

Pochi tipi di truffe mentre si è in viaggio continuano a reiterarsi nel tempo, quindi se le conosci puoi sperare di non esserne vittima. Ad esempio, una delle più comuni è quella del tassista che finge di non aver mai sentito parlare del tuo hotel – anche se alloggi in un albergo molto conosciuto – o che insiste sul fatto che l’hotel sia chiuso o si sia trasferito. Si comporterà così sperando di convincerti ad alloggiare nella struttura da lui suggerita e dalla quale guadagna provvigioni in quanto procacciatore d’affari. Puoi evitare questo inconveniente informandoti in anticipo sull’indirizzo corretto e sul numero di telefono del tuo hotel, per poi telefonare e confermarne la posizione.

17. Non farti ingannare da finte biglietterie

Nelle metropoli di Delhi e Mumbai potrebbe accadere di trovare finte biglietterie dei treni e finti uffici informativi, che proveranno ad ingannarti vendendo biglietti inutilizzabili. Questo è un altro buon motivo per avere un telefono dotato di una SIM Card, per verificare online l’esistenza e la veridicità della società che promuove il servizio. Se invece ti sembra affidabile, è probabile che lo sia.

18. Non sperare nella puntualità

Ricorda che le cose accadono secondo le “tempistiche indiane”. Non è detto che i treni partano rispettando l’orario previsto, né che gli amici indiani arrivino all’orario stabilito per l’appuntamento. Per fare qualsiasi cosa potrebbe volerci più tempo del previsto. Bisogna tenere questa cosa ben in mente e considerare del tempo in più per adeguarsi ai ritardi, per non stressarsi troppo. Porta con te un bel libro da leggere nell’attesa e vedrai che prima o poi ciò che stai aspettando accadrà.

19. Per le coppie: evitare le manifestazioni di affetto in pubblico

Se viaggiate con il partner, evitate di abbracciarvi, baciarvi e tenervi per mano in pubblico. Queste manifestazioni di affetto sono ritenute inappropriate dalla cultura indiana e non saranno viste di buon occhio. Siate il più possibile discreti, come segno di rispetto nei confronti della popolazione locale.

20. Impara a mangiare con le mani

In molte zone dell’India non si usano le posate. Il curry si mangia piegando un pezzettino di pane naan e utilizzandolo per raccogliere un po’ di riso e curry per poi mangiarlo direttamente. Occorre un po’ di pratica, ma vale la pena provare! Si raccomanda però di non mangiare mai con la mano sinistra, ritenuta impura poiché è la mano tradizionalmente riservata alle operazioni igieniche intime.

21. Controlla bene l’acqua in bottiglia prima di acquistarla

Purtroppo accade spesso che i negozianti riempiano le bottiglie con l’acqua del rubinetto per poi metterle nuovamente in vendita. Perciò, per evitare di contrarre qualche batterio, si consiglia di ispezionare per bene l’acqua prima di acquistarla. Si raccomanda di non comprare le bottigliette con il sigillo in plastica rotto.

22. Controlla attentamente il resto

Questo suggerimento vale praticamente in tutti i Paesi del mondo. Ogni volta che compri o paghi qualcosa, assicurati di controllare bene il resto. Succede più spesso di quanto si possa pensare che “per sbaglio” ti venga restituita la somma di denaro errata.

23. Non dimenticare l’assicurazione di viaggio

Si consiglia di non viaggiare mai senza assicurazione. Nel caso in cui dovessi ammalarti o farti male, l’assicurazione sanitaria coprirà i costi medici. Altre assicurazioni si occupano di coprire anche furti, smarrimento di bagagli, cancellazioni e altri possibili inconvenienti, per non farti preoccuparti di nulla una volta in viaggio.

24. Tieni gli occhi ben aperti quando cambi i soldi

Sappi che potrebbero imbrogliarti in molti posti in cui si cambiano i soldi, ad esempio negli uffici di cambio in aeroporto. Si consiglia di prelevare i soldi dal bancomat perché sono più sicuri e hanno il miglior tasso di cambio.

25. Stai attento quando cammini sui marciapiedi

Noterai presto che in molte strade non vi sono marciapiedi. Le strade saranno semplicemente degli enormi ingorghi di mucche, moto, risciò, persone, cani e gatti randagi che cercano di muoversi senza sbattere l’uno contro l’altro. Se c’è un marciapiede sarà sicuramente malmesso, pieno di buche o oggetti taglienti che sporgono. Ѐ per questo motivo che occorre prestare tantissima attenzione e guardarsi intorno mentre si cammina.

26. Vai!

La verità è che un viaggio in India sarà più impegnativo – quanto stimolante – di qualsiasi altro viaggio nel mondo. Potresti sentirti distrutto e sopraffatto a tratti, quindi occorre essere preparati e prendersi cura di sé, ma ne vale assolutamente la pena! Vedrai paesaggi incredibili, incontrerai persone indimenticabili e ti avvicinerai ad una cultura tanto antica quanto affascinante.

Sarai assolutamente soddisfatto di quest’esperienza, quindi vai e inizia a pianificare il tuo viaggio! TravelSim ti aiuta a restare sempre connesso in India. Naviga con il piano dati da 5 GB a costi di roaming davvero vantaggiosi.

Autrice dell’articolo: Kelly Dunning (www.global-goose.com)